“Gli effetti sul cervello della meditazione” da uno studio effettuato dalla Bocconi e dal SanRaffaele di Milano.

Il seguente articolo è stato pubblicato sul “Sole 24 Ore” il 20 giugno 2014 e riguarda un nostro programma di ricerca dal titolo “Neuro Scientific Applications for Training in the Management of Innovation and Sustainability”, finanziato da Fondazione Cariplo, realizzato da Università Bocconi e Università Vita Salute San Raffaele.

Yoga in aziendaInnovazione o efficienza? Come garantire entrambe in azienda? Innanzi tutto prendendo una decisione alla volta. Perché il nostro cervello non può usare tutte e due le strategie contemporaneamente. L’importante è riuscire a cambiare velocemente da una all’altra, dall’innovazione all’efficienza, e viceversa. E in questo gli imprenditori sembrano essere più bravi dei manager, perché nei loro processi decisionali usano tutte le risorse cognitive ed emotive a loro disposizione.

A spiegare come si collegano le decisioni al modo in cui funziona il cervello e alle performance decisionali, è un programma di ricerca i cui risultati verranno presentati oggi all’Università Bocconi. Un programma di ricerca che oltre all’Università milanese vede coinvolta l’Università Vita San Raffaele ed è stato finanziato da Fondazione Cariplo. Con lo scopo di capire cosa succede e come funzionano i processi decisionali, ma anche come sviluppare le qualità più utili a un manager, come selezionare, come valutare le performance e come fare formazione. Nel programma quadriennale sono state effettuate numerose ricerche sul campo anche con tecniche di neuroimaging, che hanno coinvolto studenti, manager (in particolare di StMicroelectronics, azienda che ha collaborato al progetto), imprenditori del settore high-tech e start-up di tre diversi incubatori.

Leggi tutto l’articolo

2 risposte a ““Gli effetti sul cervello della meditazione” da uno studio effettuato dalla Bocconi e dal SanRaffaele di Milano.”

  1. Veronica lista scrive:

    Vorrei leggere l’articolo intero e non si apre, perché?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *